le cicatrici nascoste, i luoghi che ti lasciano un rumore dentro, chiudere le porte sperando che basti ad escludere l’emozione dall’anima, smettere di sentire le parole col cuore ed usare solo le orecchie.
la vita è piena di cose che ti prendono alla sprovvista.
ciao, settembre.

01:07 pm, by myborderland 10
  12:15 pm, reblogged  by myborderland 8735

donchischiotte:

Chi ha i denti non ha il pane, e chi ha il pane non ha i denti. Io ho i denti e il pane, ma sono celiaco. 

12:15 pm, reblogged  by myborderland 12

esattamente.

Il danno più grave della libertà è che ti abitui ad essa. E il verbo appartenere non ti appartiene più.
Sei del mondo e non sei di nessuno. Nessun posto è il tuo e il tutto ti è in libero prestito. La tua casa è un luogo di passaggio, tua madre ti chiama e ti chiede perché non ti fai sentire, qualche donna s’innamora. E tu sei lì, solo e - talvolta - felice.

[Gabriele Camelo]

esattamente, esattamente.

11:09 am, by myborderland 21
  10:29 am, reblogged  by myborderland 19
Imperfectly perfect.
10:23 am, by myborderland 2

detesto.

le situazioni di comodo, i mariti che continuano a stare con le donne che non amano, chi torna con le ex pur di non rimanere solo, chi si accontenta di avere il fianco scaldato da chiunque, chi non sceglie mai.

10:12 am, by myborderland 15
  10:03 am, reblogged  by myborderland 24